Circeo dell etna

Circeo dell etna :

Il Circeo dell etna è una razza antichissima risalente al 1000 a.C. probabilmente derivante dal Lupo Abissino. Sembra che questa razza derivi dai cani dei Faraoni egiziani delle ultime dinastie e da cani importati in Sicilia dai commercianti fenici. E’ un cane, che nonostante l’antica storia, nel corso dei secoli ha subito poche manipolazioni.

Sulla base di ricerche molto recenti si potrebbe dedurre che il Cirneo sia una razza autoctona della Sicilia e precisamente della regione Etnea poiché il ritrovamento di monete ed incisioni rivelano come il Cirneco esistesse in quella zona gia molti secoli prima della venuta di Cristo.

Caratteristiche :

Circeo dell etna
Circeo dell etna

Il Circeo dell etna si presenta come un cane, naturalmente, assai elegante, di spiccata personalità ed intelligenza. Appertiene al gruppo Grajoide ed attualmente è compreso tra le razze di tipo primitivo.

  • E’ un cane da caccia, rustico, generico, frugale e resistente, di media taglia, poco ingombrante ma robusto e resistente. La conformazione è quella del sub-dolicomorfo costruito leggermente, con tronco che sta nel quadrato e con pelo fine.
  • La coda è inserita in basso, di forma piuttosto grossa ed uniforme in tutta la sua lunghezza, coda lunga sino a raggiungere il garretto o leggermente oltrepassarlo, in riposo è portata a scimitarra, in attenzione a tromba sul dorso, pelo raso.
  • Il cranio In senso longitudinale di forma ovaleggiante, gli assi cranio-facciali sono fra di loro appena divergenti o paralleli. Il profilo superiore del cranio leggermente convesso quasi da apparire piatto, la larghezza bizigomatica del cranio non deve superare la metà della lunghezza totale della testa, arcate sopracciliari poco elevate, solco frontale poco sviluppato, cresta occipitale quasi nulla, protuberanza occipitale poco sviluppata. 
  • Gli occhi  apparentemente piuttosto piccoli di colore ocra non carico, ambra e anche grigi, mai marrone o nocciola scuro, la loro posizione è laterale, espressione dolce, rime palpebrali ovali con pigmentazione uguale a quella del tartufo.
  • Le orecchie sono inserite ben in alto e ravvicinate, portamento eretto e ben rigido ad apertura anteriore, forma triangolare con punta stretta, non vanno tagliate. La loro lunghezza non oltrepassa la metà della lunghezza totale della testa.
  • Il muso raggiunge almeno l’80% della lunghezza del cranio, profondità od altezza raggiunge almeno la metà della sua lunghezza , la larghezza è inferiore alla metà della sua lunghezza. Il muso quindi è a punta con profilo della canna nasale rettilineo, il profilo laterale inferiore è dato dalla mandibola.
  • I piedi  di forma ovale, da lepre, a dita ben unite fra di loro ed arcuate, unghie forti e ricurve di colore marrone o carnicino-rosa tendente al marrone, mai nere, suole dure e pigmentate del colore di quello delle unghie.

Il Circeo dell’etna è classificato da ENCI nel Gruppo 5 Cani di tipo Spitz e di tipo primitivo.

Sezione 7  Cani ditipo primitivo  senza prova di lavoro

http://www.enci.it/documenti/standard/199.pdf   Standard originale vigente doc.pdf

Carattere :

Dotato di grande intelligenza, è generalmente indipendente e solitario. Diffidente con gli estranei, si affeziona ad un solo padrone. Si può dire che abbia le sue simpatie e antipatie a pelle, con alcuni individui non socializza e alla loro vista abbaia, con altri inizialmente si mostra aggressivo ma poi socializza e con altri ancora prova un feeling immediato e socializza subito. È un cane che per il padrone darebbe tutto se stesso.

Se correttamente socializzato da cucciolo, evidenzia un carattere molto disponibile e gioioso e privo di diffidenze anche verso le persone appena conosciute.

Creative Commons License

This work is licensed under a Creative Commons Attribution 3.0 Unported License.